10 consigli per mamme stanche (e zero sensi di colpa!)

consigli per mamme stanche

22 Condivisioni
Quanto sarebbe bello se domani tuo figlio si svegliasse e ti dicesse “Mamma sei stanca, prenditi una pausa!” Ma io e te sappiamo bene che è solo un sogno avvenuto circa fra il pianto delle 2 del mattino per la poppata e quello delle 4 per l’incubo notturno, o la pipì a letto o l’infezione all’orecchio o… Insomma sentiti libera di aggiungere alla lista le tue personali esperienze. Ecco perchè è necessario ogni tanto fermare il pendolo dell’orologio e leggere questi 10 consigli per mamme stanche. Fanne tesoro mamma perchè Sì, anche tu te lo meriti.

Perchè qui non si parla esclusivamente di veglie notturne. No cara mamma! Oltre alla deprivazione di sonno si aggiungono anche i mille impegni giornalieri. Come se prendersi cura di un nanerottolo non fosse abbastanza, c’è anche il lavoro, la casa, il marito, la spesa, le commissioni, le attività extra curriculari e il compleanno della cugina della sorella di tua nonna alla quale non puoi assolutamente mancare, vero? Ma non ti senti un po’ come Voldemort, pronta a sparare Avada Kedavra contro chiunque abbia la sfiga di incrociare il tuo sguardo? Sì? Allora continua a leggere.

10 consigli per mamme stanche

  1. Riposa ogni volta che puoi.

    Di tutti i possibili consigli per mamme stanche, questo è naturalmente il mio preferito. Sembra scontato e più facile a dirsi che a farsi vero? Ma non è così, te lo assicuro. Non sarai una mamma migliore pulendo casa ogni giorno. Ma lo sarai approfittando di quel tempo per chiudere gli occhi e riposarti. Essere mamma è forse la gioia più grande ma anche la sfida più difficile che la vita possa riservarti. Non la sottovalutare e affrontala a mente riposata ogni volta che puoi. Ti assicuro che nessuno si permetterà di pensare che stai oziando. E se lo fanno, mandali sulla strada del non ritorno (c’è un modo più colorato di dirlo, ma mi asterrò per non mettere fuoco sul pagliaio). Non hai bisogno di gente che aggiunge negatività alla tua vita in questo momento. Quando sarai più riposata potrai affrontare il discorso (se vorrai, altrimenti puoi anche lasciare queste persone lì per sempre per come la vedo io) con più lucidità. Ma non scusarti mai per aver avuto bisogno di dormire. E usufruisci delle tue giornate bonus per fare a cambio con tuo marito, come ad esempio la festa della mamma o il tuo compleanno.consigli per mamme stanche

  2. Gestisci le priorità.

    Ora che sei un filo più riposata dobbiamo cercare di fare in modo che non si arrivi più a tale esaurimento fisico e mentale. Il primo passo è quello di organizzarsi e mettere giù una lista di priorità. Ci sono cose alle quali non puoi dire di no e altre che puoi delegare oppure organizzarle in modo da risparmiare tempo prezioso. Come dicono qui negli USA “work smarter, not harder” e io ADORO questo motto, perchè organizzandosi si possono ottimizzare i tempi in modo davvero efficace. Per aiutarti a fare questo, voglio condividere con te un semplice modulo da stampare che uso settimanalmente. Lo so sembra un compito extra da fare, ma ti assicuro che dedicando 5 o 10 minuti alla settimana (non di più) a questa semplice routine, risparmierai ore di inutile stanchezza aggiuntiva. La bilancia penderà a tuo favore, te lo prometto. Questi consigli per mamme stanche sono solo l’inizio, poi dovrai metterli in pratica. Non a caso l’ho chiamato “Settimana Anti-Stress 😉 e potrai scaricarlo gratuitamente compilando il form in fondo al post. Così facendo accederai alla mia Libreria Risorse Gratuite e troverai anche altri omaggi riservati alle mie Mamas.

  3. Calma i nervi.

    A volte la stanchezza ci fa dire o fare cose delle quali poi ci pentiamo, aggiungendo anche i sensi di colpa alla frustrazione già esistente. Quando ti rendi conto che sei insofferente alle richieste di tuo figlio, oppure tuo marito dice una cosa che ti irrita il sistema nervoso, fai un passo indietro, ma soprattutto un bel respiro. Se necessario allontanati da tutto e tutti e chiuditi in camera per qualche minuto. Se quando torni tuo figlio ti guarda con occhi perplessi, non aver paura di spiegargli chiaramente che mamma aveva bisogno di un minuto di pace per calmarsi. Cerca per quanto possibile di ritrovare il buon umore e farti una bella risata. Ci sono cose peggiori nella vita, ma questo non significa che i nervi vadano stressati fino a sentirli sfilacciarsi uno per uno nella tua testa. Non arrivare a quel punto, ok? Cercando di resistere o ignorando il problema fino allo stremo delle tue forze, non farai altro che tirare troppo la corda fino a quando poi si spezza e succede l’inevitabile. Impara invece a riconoscere quando il punto di rottura si sta avvicinando e non vergognarti di scappare dalla parte opposta per qualche minuto. Questi consigli per mamme stanche servono proprio a questo.

  4. Confidati con qualcuno (che ti capisce).

    Che sia tuo marito, tua mamma o tuo fratello, scegli qualcuno che sai non ti giudicherà e che ascolterà quello che hai bisogno di tirare fuori per alleggerire lo stomaco da quel senso di oppressione. Se ti confidi con un’amica e questa non fa altro che giudicare senza nessun altro scopo o fa paragoni con la sua “vita perfetta”, prendi nota: amica X non giusta per confidenze in fase di stress. Magari è buona per una bevuta insieme, ma non per ascoltare i tuoi bisogni. Non dico che il tuo interlocutore non possa tirare fuori altri consigli per mamme stanche o qualche critica costruttiva (per esempio che ti stai consumando e magari dovresti lasciare andare qualcosa). Sii pronta a ricevere anche parole che al momento non ti piacciono, ma che in fondo sai essere vere. Ma lascia stare chi giudica senza altro scopo se non farti sentire ancora più a pezzi. C’è un’enorme differenza. Ma fidati, confidarti con qualcuno che ti capisce è un toccasana e chissà, magari si offre anche di aiutarti risparmiandoti il punto successivo (senza che questo sia lo scopo della chiaccherata).

  5. Chiedi aiuto.

    A volte ammettere di non riuscire a fare tutto da sola è il primo passo verso la salvezza. Non c’è vergogna nel chiedere aiuto ai nonni o zii se ne hai la possibilità oppure a qualche amico fidato. Ricordati che tutti i genitori ci sono passati prima di te quindi vedrai che troverai solo supporto e comprensione. Se preferisci occuparti personalmente di tuo figlio puoi chiedere aiuto per le altre incombenze come pulizie, spesa o commissioni varie. Se invece ti fidi a lasciare il nanerottolo per qualche ora, usale per riposare, uscire o qualsiasi altra cosa che sai ti aiuterà a ricaricare le batterie. Ricordati che il tuo umore ha un ruolo fondamentale per la convivenza civile con la tua famiglia. Anche se le cose non sono fatte perfettamente come le faresti tu, non esitare a delegare a tuo marito, tua mamma o tua sorella, ecc qualcuna di queste cose. Troverai uno spazio apposito nel modulo da riempire di cui ti parlavo prima dove potrai mettere in pratica questi 10 consigli per mamme stanche e anche altro.

  6. Concediti un’uscita con gli amici.

    Ho volutamente separato questo punto importante dal confidarsi con qualcuno. Il perchè è più semplice di quanto credi. Se decidi di uscire per un caffè per confidarti con un amico/a, ti consiglio di metterlo in chiaro fin da subito. Perchè se inviti degli amici fuori, molto probabilmente si aspetteranno la solita divertente e spensierata uscita e non una lacrimevole confessione di esaurimento nervoso. Non dico che sia vietato parlarne, ma l’uscita tra amici deve avere come scopo quello di staccare la spina, dimenticare lo stress e farsi tante risate. Poi se l’argomento viene fuori brevemente per ringraziare i tuoi amici di averti fatto rilassare in questo momento stressante ben venga, ma la tua uscita dev’essere impostata sul divertimento o relax. La confidenza di cui parlavo al punto 4 può essere telefonica o anche di persona, ma che sia chiaro che hai bisogno di parlare con qualcuno per non esplodere. Mettiti nei panni dei tuoi amici: finalmente ti vedono dopo chissà quanto tempo e sarebbe davvero triste passare una serata a imprecare su quanto sei stressata. Senza contare che annullerebbe totalmente il suo scopo. Non fraintendermi, l’ultima cosa che vuoi è far finta di essere al top quando invece sei davvero stanca e stufa. Sii sincera in tutto e per tutto, ma cerca di goderti il momento, ok?

  7. Prenditi una pausa mentale (e fisica).

    Se puoi prenderti un paio di giorni di ferie dal lavoro te lo consiglio vivamente. Non puoi prenderti ferie dal ruolo di mamma, ma almeno come lavoratrice non c’è niente di male nell’usare giorni di malattia o ferie accumulati per ricaricare le batterie. A volte quando è troppo è troppo. Lo so, volevi tenerti quei giorni di ferie per le vacanze estive, ma ha senso se ci arrivi completamente esaurita? Sono lì, usali. E se tuo figlio va all’asilo vedrai quante cose otterrai in una giornata a casa da sola. Potrai riposare, dedicarti a un hobby che ti piace e anche recuperare un po’ di cose arretrate che volevi fare. Il senso di pace e di soddisfazione ripagheranno a pieno i pensieri per aver usato uno o due giorni di ferie.

  8. Sfoga le lacrime e torna a sorridere.

    piangiZero sensi di colpa nel farsi ogni tanto un bel pianto liberatorio. Che sia in compagnia della persona che hai scelto per sfogarti o che sia da sola in bagno per 5 minuti, lasciati andare. A volte teniamo dentro tutto, che poi diventa “troppo” e in qualche modo esplode. Meglio farsi un bel pianto oggi che una sfuriata domani. Vedrai che ti sentirai meglio e potrai tornare a sorridere più in fretta. Della lista di consigli per mamme stanche, questo forse è il più difficile per me perchè a volte sento che l’arrivare a piangere vuol dire davvero aver toccato il fondo. Invece non è così. Ci sta quando è il momento di sfogarsi e non c’è assolutamente niente di cui vergognarsi. Senza contare che non devi farlo necessariamente davanti ad altri se la cosa ti mette a disagio (come me), puoi affondare la faccia nel cuscino e piangere la tua stanchezza fuori dal tuo corpo. E già che sei sul cuscino…. Una dormitina ci sta!

  9. Godi di ogni momento con il tuo compagno.

    Pensa a quando tuo figlio si sbuccia un ginocchio oppure è di cattivo umore per qualsiasi motivo. Cosa fai tu? Gli regali un abbraccio, conforto oppure lo spingi a giocare con gli amichetti per distrarsi. Perchè per te dovrebbe essere diverso? Un abbraccio da parte del tuo compagno, un po’ di intimità o anche solo un’uscita per cena e film potrebbero farti ritrovare il buon umore. Goditi i momenti che hai con tuo marito e non avere paura di dirgli chiaramente che hai bisogno di un po’ di tempo da donna oltre che da mamma. Anche qui, consiglio di dedicare 2 minuti allo sfogo e il resto del tempo a puro divertimento, relax e coccole, ma senza vergogna o sensi di colpa per la stanchezza accumulata. Se non è lui il primo a rendersene conto, cerca di spiegargli cosa stai passando.

  10. Prenota del tempo per te.

    Sempre tornando al modulo settimanale, vedrai che c’è una piccola sezione apposita per prenotare un appuntamento con te stessa. Basta con questa brutta abitudine di metterti sempre all’ultimo posto per tutto! Se c’è una cosa (non mille, una!!) che ti piace fare o che ti rilassa, fai in modo che accada regolarmente. Potrebbe essere una mezza giornata o anche solo un paio d’ore, ma vedrai che organizzando al meglio tutto il resto riuscirai a dedicartici con costanza. Bloccare sulla tua agenda quel tempo significa dargli la stessa importanza che dai agli altri impegni ed è giusto che tu lo faccia. Attendere il momento in cui finalmente potrai goderti il tuo momento o il tuo hobby renderà più sereno anche il resto della settimana. Dev’essere qualcosa che ti fa star bene.zero stress

Se ti senti confusa

Pensa a questi consigli per mamme stanche come alla tua routine settimanale (o mensile). Non devi necessariamente metterli in pratica tutti in una volta. Potresti iniziare da ciò che senti essere quello più urgente (nel mio caso era dormire e prendermi una pausa mentale e fisica, seguita dal passare del tempo con mio marito) e inizia ad inserire nel modulo della prima settimana queste due o tre cose. Poi, se avrai ancora necessità di recuperare, aggiungi alla settimana successiva un altro paio di opzioni (come uscire con gli amici o chiedere aiuto). Ma tieni la lista a portata di mano perchè a volte una bella dormita risolve molto, ma non evita che la stanchezza si ripresenti.

Da mamme sappiamo bene che succederà ancora e ancora, quindi tieni la lista dei 10 consigli per mamme stanche (troverai un riepilogo veloce in fondo all’articolo) nel cassetto del comodino insieme con il modulo che potrai stampare direttamente dalla mia Libreria Risorse Gratuite compilando il form qui sotto.

Inserisci nella tua vita l’abitudine di compilare il modulo per risparmiare tempo e stress e resterai sorpresa di quanto tempo passerà prima che un’altra crisi di esaurimento fisico e mentale riesca a rovinarti le giornate.

Ricorda inoltre che la Supermamma non esiste e che ci sono attività divertenti da fare con tuo figlio che faranno tornare il buon umore ad entrambi. Non combattono la stanchezza, ma a volte una sana risata con il tuo piccolino può fare più di quanto pensi. Ripeti con me: sono una brava mamma e mi merito una pausa!

Riepilogo dei 10 consigli per mamme stanche (e zero sensi di colpa)

  • Riposa più che puoi
  • Gestisci le priorità
  • Calma i nervi
  • Confidati con qualcuno (che ti capisce)
  • Chiedi aiuto
  • Concediti un’uscita con gli amici (diverso dal confidarsi con qualcuno)
  • Prenditi una pausa mentale (e fisica)
  • Sfoga le lacrime e torna a sorridere
  • Godi di ogni momento con il tuo compagno
  • Prenota del tempo per te

Con questi piccoli accorgimenti potrai dire addio al Voldemort che era in te! 😉

PS = se questi 10 consigli per mamme stanche ti sono stati utili o possono essere utili a qualcuno che conosci, non esitare a condivedere l’articolo 🙂

Compila il form qui sotto per accedere alla mia Libreria di Risorse Gratuite e scaricare il modulo “Settimana Anti-Stress!” 😉

Leggi anche

Pasqua? Ma anche NO!

Che regalo vorresti per la festa della mamma? Dormire!

Supermamma: ma cos’è? – Situazioni di Mamma-

22 Condivisioni

4 Comments

  1. Ecco una cosa su cui devo migliorare è la gestione delle priorità : sono capace di fare tutto quello che serve per la settimana prossima e non avere pronte quelle per domani 😣😣😣

    • Isabella

      Ciao Cristiana! Grazie del tuo commento! Credo sia una cosa più comune di quanto pensi 😊 non ti scoraggiare, puoi usare il mio modulo settimanale che trovi nella Libreria Risorse! Fallo laminare o stampane tante copie a seconda di cosa preferisci! Ti assicuro che ci vogliono 10 minuti al massimo a settimana per mettere giù tutto quello che devi o vorresti fare e poi durante la settimana non devi fare altro che leggere i tuoi impegni e portarli a termine. Magari le prime volte dimenticherai di farlo ma continua per un paio di settimane e poi diventerà un’abitudine vedrai! Fammi sapere come va Ok?

  2. Ottimo articolo. Da straesperta posso dire che hai dato ottimi consigli, che condivido in toto. E che, ti assicuro, continuo a seguire: perché le stanchezze non finiscono quando i bambini crescono e il tempo per noi è sempre troppo poco.

    • Isabella

      Ciao Rossella! Grazie per il tuo preziosissimo commento!! Da nonna superattiva che sei posso solo immaginare. Se hai condiviso anche solo alcuni di questi consigli nella tua vita, allora vuol dire che siamo tutte sulla buona strada! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.